bambini

Kids-provvisorio

formazione1



Ricerca Avanzata
Area Download
Mostra Carrello
Il carrello è vuoto.
  • Il tempo i luoghi gli uomini
  • la realta come passione
  • Chiaracucina
  • Quando le volpi si sposano
  • Elegia delle donne morte
  • Io volevo parlare con te
  • Le rughe sulla frontiera
  • Abbiamo problema
  • Arrangiamenti
  • Lucjy Strike
  • Non con un lamento
  • Fellini e Manara
  • Marineide lo stradivari rubato
Stampa Stampa
Pimmicella e la comunitàPlacido Rizzotto

Pino se lo aspettava

Pino Puglisi nasce a Palermo il 15 settembre del 1937, muore per mano della mafia 56 anni dopo. In "Pino se lo aspettava" di Marco Corvaia padre Puglisi viene raccontato non come prete né come oppositore alla mafia siciliana, ma prima di tutto come uomo.

( Navarra Editore )
€5.00

Chiedi un'informazione riguardo questo prodotto

PINO SE LO ASPETTAVA

Il racconto della vita e della morte di padre Puglisi

di Marco Corvaia

 

Padre Pino Puglisi nasce a Palermo il 15 settembre del 1937, muore per mano della mafia 56 anni dopo, il 15 settembre del 1993.

 

In Pino se lo aspettava padre Puglisi viene raccontato non come prete né come oppositore alla mafia siciliana, ma prima di tutto come uomo: la persona al centro di ogni cosa.

Nel 1990 Padre Puglisi diventa parroco della chiesa di San Gaetano a Brancaccio, quartiere a rischio di Palermo, ai tempi controllato dai fratelli Graviano. Qui inizia, gomito a gomito con gli abitanti del quartiere, una battaglia per rivendicare i servizi primari e per allontanare i giovani dalla vita di strada e dalle fila della criminalità organizzata. Una battaglia che determinerà la sua condanna a morte.

Pippo De Pasquale ha conosciuto Padre Pino Puglisi all'età di 7 anni. Sono stati amici, confidenti, e per più di vent'anni anche vicini di casa; abitavano l’uno sopra la testa dell'altro, condividendo persino la linea telefonica duplex. La storia di un'amicizia importante che viene raccolta, in una lunga conversazione, da un giovane scrittore siciliano, Marco Corvaia, a sua volta amico di famiglia di Pippo De Pasquale.

Una conversazione in cui lo scrittore scopre una serie di dolorosi dettagli sugli ultimi giorni di vita di Padre Puglisi, la testimonianza diretta delle minacce di morte che aveva ricevuto, e il racconto della notte dell'omicidio, in cui l'amico gli fu accanto fino all'ultimo battito cardiaco. E adesso cosa gli resta? Cosa rimane di quella morte?

Esistono scrittori che cercano storie, ma esistono anche storie in cerca di scrittori. Questo è il caso di questo nuovo libro della collana Fiori di campo.

Prefazione di Bianca Stancanelli

 

Marco Corvaia è nato e vive a Palermo, si è diplomato alla S.N.C.I di Firenze al Corso di regia cinematografica e ha scritto e diretto diversi cortometraggi. Ha pubblicato racconti brevi in antologie con Navarra Editore e Giulio Perrone Editore, e con il racconto Mafia di sale ha vinto il primo premio del concorso Arpeggi indetto dall'ARPA Sicilia. Ha pubblicato poesie con Giulio Perrone Editore, Aletti Editore, Albus Edizioni, Prospektiva e altri. Collabora con Navarra Editore e Officine Trinacria. È docente di scrittura creativa ai corsi regionali di "Attore Creativo" dell'ARRCA Srl.

 

alt

Navarra Editore

Categoria: Narrativa

Collana: Fiori di campo

Anno: 2012

Pagine: 64

Prezzo: € 5,00

ISBN: 978-88-95756-69-1

Formato: 12x16,5

Distribuzione nazionale Messaggerie Libri
Promozione nazionale: Goodfellas
Distribuzione e promozione per la Sicilia: MM Distribuzione Libraria









* HOME - NORME PER L'INVIO DEI MANOSCRITTI - LAVORA CON NOI - DISTRIBUZIONE - NOTE LEGALI - CERCA *