polemos bambini

 

formazione Kids-provvisorio



Ricerca Avanzata
Area Download
Mostra Carrello
Il carrello è vuoto.
  • Il tempo i luoghi gli uomini
  • la realta come passione
  • Chiaracucina
  • Quando le volpi si sposano
  • Elegia delle donne morte
  • Io volevo parlare con te
  • Le rughe sulla frontiera
  • Abbiamo problema
  • Arrangiamenti
  • Lucjy Strike
  • Non con un lamento
  • Fellini e Manara
  • Marineide lo stradivari rubato
PDFStampaE-mail
Focu ardenti - Nono' SalomoneFrancesca Serio

Frammenti di un discorso antimafioso

Organizzato per 60 voci ordinate alfabeticamente, alla stregua del suo illustre predecessore i Frammenti di un discorso amoroso di Roland Barthes, il libro è un compendio satirico su mafia e antimafia.

( Navarra Editore )
€10.00

Chiedi un'informazione riguardo questo prodotto

FRAMMENTI DI UN DISCORSO ANTIMAFIOSO
di Gianpiero Caldarella

Organizzato per 60 voci ordinate alfabeticamente, alla stregua del suo illustre predecessore i Frammenti di un discorso amoroso di Roland Barthes, il libro è un compendio satirico su mafia e antimafia.

 Dal ritrovamento di una vecchia copia dei Fragments d'un discours amoureux in lingua originale, e da un primo nucleo di riflessioni postate sul blog "Scomunicazione", nasce Frammenti di un discorso antimafioso, tentativo di ridefinizione della questione mafia-antimafia in chiave satirica, cifra stilistica cara al Caldarella.

L’autore è infatti giornalista e autore di satira, ha fondato e diretto il mensile Pizzino, premiato nel 2006 a Forte dei Marmi come migliore rivista satirica in Italia. E’ stato vicedirettore del settimanale di satira Emme, supplemento de l'Unità e poi caporedattore del settimanale Il Male di Vauro e Vincino, ha inoltre condotto con Santalmassi una rubrica di satira per Radio 24 dal 2007 al 2009.

Scrivendo ad alta voce, come ai tempi in cui lavorava a Radio24, Gianpiero Caldarella raccoglie pareri sui primi frammenti e conferisce poco a poco una forma più organica, sulla base della sua visione della storia d'Italia e delle tante storie legate alla galassia mafia-antimafia. Il paradosso è sempre dietro l'angolo, qualcosa precipita, sembra essere proprio l'antimafia, quella d'apparato, quella scortata e foraggiata dalle istituzioni. Mentre l'antimafia sociale continua a fare il suo lavoro, con coerenza ed umiltà, quasi sempre senza denari, squilli di tromba o titoloni sui giornali.

Con l’arma della satira Caldarella, già caporedattore de Il Male di Vauro e Vincino, rifonda un linguaggio antimafia che si allontana dai vecchi e consumati cliché, dove da una parte c'era lo Stato e dall'altro la mafia. Una prospettiva post-antimafiosa, scevra dalla retorica e dall'imbarazzo generato dal politicamente corretto.

 

L'autore: Gianpiero Caldarella è giornalista e autore di satira, ha fondato e diretto il mensile Pizzino, premiato nel 2006 a Forte dei Marmi come migliore rivista satirica in Italia. Vicedirettore del settimanale di satira Emme, supplemento de l'Unità e poi caporedattore del settimanale Il Male di Vauro e Vincino. Autore di una rubrica di satira per Radio 24 dal 2007 al 2009, nel 2007 vince il premio "Montanelli Giovani" e nel 2011 il premio giornalistico "Livio Zanetti".

Per Navarra Editore ha pubblicato il volume Sdisonorata società e curato Le rughe sulla frontiera. Lampedusa: restiamo umani!

 

 

frammenti_200

 

Navarra Editore

Categoria: Saggistica

Collana: Fuori collana

Anno: 2015

Pagine: 112

Prezzo: 10,00 €

ISBN: 978-88-98865-38-3

Formato: 14x21

 

Distribuzione nazionale Messaggerie Libri
Promozione nazionale: Goodfellas
Distribuzione e promozione per la Sicilia: MM Distribuzione Libraria

 

 

 

 









* HOME - NORME PER L'INVIO DEI MANOSCRITTI - LAVORA CON NOI - DISTRIBUZIONE - NOTE LEGALI - CERCA *