DUE GENI A FUMETTI: FELLINI E MANARA - REPUBBLICA
Dicono di noi - Fellini e Manara

FEDERICO Fellini e Milo Manara, sebbene della categoria divina, quella dell' arte, non sono solamente due uomini con una vita, un corpo e tutto il resto. Sono senz' altro due ingressi per l' immaginario. Attraversali vuol dire in buona misura essere proiettati nel mondo delle meraviglie. Il primo nei suoi film, il secondo nei suoi raffinati fumetti, entrambi hanno dato consistenza al sogno e, se è possibile, lo hanno reso più incredibile. È un' esperienza onirica al quadrato l' incontro fra i due, raccontato con precisione accademica da Laura Maggiore nel libro Fellini e Manara. Tra mistero, esoterismo ed erotismo. La cosa curiosa è che sia proprio un editore palermitano - Ottavio Navarra - a stamparlo. Dopo una doverosa cronistoria del fumetto italiano, il libroè strutturato in modo da avere dei ritratti a specchio: Manara racconta Fellini e Fellini Manara, dal loro primo incontro alla collaborazione per la pubblicazione del Viaggio a Tulum e il Viaggio di G. Mastorna detto Fernet, sceneggiati dal regista e raccontati con i tratti del disegnatore. «Quando Milo Manara (con timore reverenziale) gli espresse la volontà di realizzare una storia a fumetti di Viaggio a Tulun (che aveva letto sul "Corriere") - scrive Laura Maggiore - Fellini accettò l' invito pensando che con la traduzione grafica di quella storia avrebbe archiviato l' eventualità di realizzare il film e sovrintese al progetto con attenzione e cura, ma volle ugualmente che fosse aggiunto il sottotitolo: "Soggetto di Federico Fellini per un film da fare"». - ELEONORA LOMBARDO

DUE GENI A FUMETTI

Repubblica

10 luglio 2011 —   pagina 13   sezione: PALERMO

 
* HOME - NORME PER L'INVIO DEI MANOSCRITTI - LAVORA CON NOI - DISTRIBUZIONE - NOTE LEGALI - CERCA *