webebook

 

 

polemos bambini

 

formazione Kids-provvisorio



Ricerca Avanzata
Area Download
Mostra Carrello
Il carrello è vuoto.

loscaffaleindipendente2

prova bookshop 2

Logo Percorsi accoglienti 1

Navarra Editore
TUTTI I CAMPI DEL SOCIALE DIALOGANO NEL NUOVO NUMERO DI SOTTOTRACCIA

In distribuzione il numero 5 della rivista Sottotraccia, semestrale di saperi e percorsi sociali nata da un'idea di due professionisti del settore - Rosalba Romano e Salvatore Inguì - raccoglie, in maniera interdisciplinare, contributi di esperti di tutte le materie del sociale. Sottotraccia è un nuovo modo di fare lavoro sociale, per sostenere la crescita di una cultura di sussidiarietà e solidarietà in contesti e territori diversificati; per dare spazio a contributi di vario livello che rappresentino le esperienze, i vissuti e le elaborazioni intellettuali che maturano in silenzio. In questo numero inchieste, ricerche ed approfondimenti su numerosi temi, tra i quali segnaliamo: nella rubrica “In giro per il mondo” un interessante

 
CHIUSO IL CONCORSO CON PIU' DI 100 RACCONTI IN GARA. A BREVE I NOMI DEI FINALISTI!

Chiudiamo ufficialmente
l'edizione 2010 del concorso "Giri di parole" che si è conclusa con la partecipazione di 133 racconti per 81 autori e 26 romanzi*. Superato con orgoglio il risultato dell'edizione precedente alla quale avevano preso parte 97 racconti e 27 romanzi. La rosa dei finalisti verrà resa nota - con un leggero posticipito da quanto previsto nel bando -  il 30 luglio, mentre per scorprire i vincitori delle due sezioni dovremo attendere il 10 settembre. Per essere aggiornati su tutti gli sviluppi del concorso consigliamo di consultare la sezione "Lavori in corso.." di questo sito, mentre nella sezione "Incipit" è possibile leggere in anteprima e commentare degli estratti dei testi in gara :)
Grazie a tutti coloro che ci seguono e uno speciale in bocca al lupo a chi ha partecipato.
 
LINO BUSCEMI RICEVE IL PREMIO SPECIALE "ALESSIO DI GIOVANNI" 2010 PER IL LIBRO "SCONOSCIUTI&DIMENTICATI"

Gli scrittori siciliani Lino Buscemi e Carmelo Sardo sono tra gli insigniti del premio speciale “Alessio di Giovanni” 2010, promosso dall’Accademia Teatrale di Sicilia di Raffadali diretta da Enzo Alessi. Diversi i premiati. Nella categoria impegno sociale e legalità, il riconoscimento è stato attribuito al prefetto di Agrigento Umberto Postiglione, all’arcivescovo Francesco Montenegro e all’associazione regionale Libera; per l’impegno letterario allo scrittore e giornalista del Tg 5 Carmelo Sardo per il romanzo “Vento di tramontana” e allo scrittore ed editorialista di Repubblica Lino Buscemi per il libro “Sconosciuti e dimenticati: monumenti, luoghi e personaggi di Palermo”; per l’attività giornalistica al capo servizi della redazione agrigentina de La Sicilia Stelio

 
SCATTI DI "PAZZITA'", EFFETTI DI "BASSA MAREA" - NEBRODINETWORK.IT

Scatti di “pazzità”, effetti di “bassa marea”. A proposito di due recenti raccolte

Pazzità
"Si diceva che tutto fosse successo ai tempi dell’infanzia. La madre di Angelo era Teresona Succhiacucuzze, una buttanissima buttana conosciuta sino alle pendici dei Nebrodi."
Così, secondo una leggenda cresciuta, di casa in casa, tra “buttigghiuna” di vino e piatti di pastasciutta, ebbe inizio la storia di Anciluzzu ‘u sceccu, cui era toccata la ventura di nascere, diciamo, difettoso: senza collo, con la testa direttamente attaccata al busto e, quasi per effetto di compensazione, con

 
DAL TEATRO ANTICO SI SPECCIANO I MITI SICILIANI DI IERI E DI OGGI - Gazzetta del Sud

L’antologia di racconti tutti isolani “Verso Tindari”

Dal teatro antico si specchiano i miti siciliani di ieri e di oggi
Dieci percorsi diversi dentro un'anima e un sentire comuni. Oggi la presentazione a Messina


Ci sono luoghi sensibili, lungo le ossa della Sicilia. Luoghi antichi, dove diverse specie d'antichità, pietra e parola, si stratificano. La persistenza e la metamorfosi, in quei luoghi, s'intrecciano in modi imprevisti: sono luoghi capaci di cambiarci, se abbiamo la ventura di visitarli col cuore e gli occhi aperti. Eppure di restituirci, in qualche modo, a noi stessi, a quella parte di noi, antica, che fa parte della storia stessa dell'Isola. Tra quei luoghi ci sono i Teatri. Taormina, Siracusa, Segesta, Tindari: per alcuni di essi più fortunati, conservati a noi dalla furia degli uomini e dall'accanirsi della natura, ce ne sono altri (sono in tutto dodici) di cui restano frammenti di pietra, ricordi, parole.

 
<< Inizio < Prec. 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 Succ. > Fine >>

Pagina 237 di 263
* HOME - NORME PER L'INVIO DEI MANOSCRITTI - LAVORA CON NOI - DISTRIBUZIONE - NOTE LEGALI - CERCA *