webebook

 

 

 bambini

Kids-provvisorio

formazione1



Ricerca Avanzata
Area Download
Mostra Carrello
Il carrello è vuoto.

loscaffaleindipendente2

prova bookshop 2

Logo Percorsi accoglienti 1

Navarra Editore
La Radio dei Poveri Cristi presentata al Malaussene di Palermo
Appuntamento Venerdì 31 Ottobre alle ore 21.30 al circolo Malaussene (Piazzetta di Resuttano n. 4)  per la presentazione del nuovo prezioso pocket della collana Fiori di Campo (Navarra Editore in collaborazione con Casa Memoria Peppino Impastato)

"Danilo Dolci - La Radio dei poveri Cristi"
a cura di Salvo Vitale e Guido Orlando

Ne discutono Salvo Vitale e Ottavio Navarra

Questa è la storia della prima radio libera in Italia: il 25 marzo 1970 il segnale radiofonico di "Radio Sicilia Libera" rompe il monopolio di stato sulle trasmissioni via etere con un forte messaggio di denuncia del potere mafioso e clientelare che aveva attinto a piene mani dai soldi destinati alla ricostruzione della valle del Belice dopo il terremoto del 1968.

Il principio ispiratore è quello di una "radio della nuova Resistenza", sul modello delle radio-ombra clandestine che avevano reso possibile l'informazione tra i partigiani della seconda guerra mondiale. È quindi un'informazione dal basso, come espressione alternativa, nei confronti di uno stato assente. "Chi tace è complice", scriveva Danilo sui muri in quegli anni e il suo non tacere, il suo dar voce a chi non ha mai avuto possibilità di farsi sentire è un invito a non rendersi complici del silenzio con il silenzio.

 
Seminari Sottotraccia: Le adozioni a distanza
 
Speciale - Antologia per Mondello Giovani

 La Navarra Editore si è unita allo splendido progetto di Mondello Giovani, primo Festival della letteratura giovane in Sicilia, nato da una costola del Premio Mondello e promosso dalla Fondazione Banco di Sicilia.

In questo senso all'indomani della premiazione del concorso letterario "Pronti per Einaudi" inserito nel Festival, siamo felici di poter annunciare che la nostra casa editrice, in linea con il desiderio costante di valorizzazione della nostra terra e sostegno ai giovani autori emergenti, ha deciso di pubblicare in un antologia con una rosa di dieci racconti tra quelli risultati  finalisti del concorso.

 
Lectio Magistralis sul Lavoro Sociale: Marsala 3 Ottobre - Acireale 17 Ottobre

 Sono aperte le iscrizioni  per i seminari internazionali sul Lavoro Sociale organizzati dalla redazione di Sottotraccia

Ospiti d'eccezione Lena Dominelli e Walter Lorenz

Iscrizione 20 euro. Posti disponibili massimo 100

Per iscrizioni e informazioni: dott.sa Vincenza Amato 3293977764 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
In trasferta a Bologna per la Festa dell'Unità

     Dal 29 Agosto al  22 Settembre saremo presenti con un nostro spazio espositivo alla Festa Provinciale dell'Unità 2008 di Bologna al Parco Nord. 

VENITE A TROVARCI ALLO STAND 76... Vi aspettiamo !

 

 

 
I Love Sicilia - Il giudice, l'Arma, l'amore

 La mamma dei carabinieri
Il giudice, l’Arma, l’amore

di Accursio Sabella

La vita “da romanzo” di Mimma Lupo, ex vicina di casa di Borsellino che ha “adottato” la Benemerita. Ma tutto affonda nella passione per un brigadiere interrotta da un rapimento e da un matrimonio riparatore. Mimma parla di tutto, tranne l'attentato di via D'Amelio: “Non parlatemene. Le cose buone finiscono”. Da quel periodo ha iniziato a portare panini, cornetti e giornali ai militari: “Io per i carabinieri mi scippassi 'a testa”

L’Arma, l’amore, il giudice Borsellino. C’è tutto questo dentro la vita di Mimma Lupo. Una grande passione, il dolore, un’eterna attesa. Un “amore ai tempi del colera”, ma in salsa palermitana. Mimma oggi ha 91 anni. Gli occhi vivaci e furbi ti parlano di un tempo che non c’è più. Si colorano di nostalgia. Si rifugiano, di tanto in tanto, dietro uno dei suoi tanti “passati”.

“Io non ho 91 anni, ma ottantuno”, corregge subito il cronista. “Quel gran cretino dell’ufficio anagrafe sbagliò. Scrisse 1917 invece di 1927. Mi ha rubato dieci anni”.
E in effetti, che l’errore sia reale o si tratti di un confuso ricordo, novant’anni non glieli daresti davvero. Sveglia, pronta alla battuta. Vera “vedette” della Casa di cura per anziani nella zona di viale Michelangelo, dove vive da qualche anno. “Ma sono provvisoria qui”, precisa, orgogliosa, nell’attesa di tornare nella sua casa di via Cilea, ormai pericolante.

 http://www.ilove-sicilia.it/ 18.07.08

 
<< Inizio < Prec. 201 202 203 204 205 206 207 Succ. > Fine >>

Pagina 201 di 207
* HOME - NORME PER L'INVIO DEI MANOSCRITTI - LAVORA CON NOI - DISTRIBUZIONE - NOTE LEGALI - CERCA *