webebook

 

 

 

Kids-provvisorio

formazione1



Ricerca Avanzata
Area Download
Mostra Carrello
Il carrello è vuoto.

prova bookshop 2

Navarra Editore
Fiamme d'argento - Ricordando la signora Mimma Lupo
LEGGI LA STORIA DE LA MAMMA DEI CARABINIERI MIMMA LUPO RACCONTATA DIRETTAMENTE DALL'AUTORE A FIAMME D'ARGENTO

 


La signora Mimma (Domenica Lupo) è un punto di riferimento per i giovani carabinieri che sono di guardia alla vedova Borsellino. Spesso lontani dagli affetti dei familiari, hanno trovato in lei una “mamma” adottiva che li accudisce. Mimma conosce bene la signora Borsellino, di cui è stata donna di compagnia dopo il doloroso assassinio del marito.

L'affetto sincero dell'anziana donna per i giovani carabinieri ha radici che affondano nel suo passato. Mimma ha diciassette anni quando incontra per la prima volta il giovane che segnerà il suo animo per tutta la vita. All'inizio è uno scambio di sguardi con un carabiniere a cavallo, in una Sicilia del primo dopoguerra dove il pretendente deve dichiarare le proprie intenzioni ai genitori della donna da cui è attratto, sperando di ottenere il permesso di frequentarla. Così avviene tra Mimma ed il Carabiniere Giovanni Tagliarini, che riesce finalmente a parlarle dopo averla protetta, una sera, da un gruppo di malintenzionati. Il fidanzamento viene accordato dalle famiglie dei due giovani (i genitori di Giovanni sono romani) con la cura di mantenere una certa discrezione sulla vicenda, per evitare che “la gente parli”. Lo spettatore si trova di fronte ad un affascinante spaccato della realtà sociale degli anni '30, dove i ritmi di vita non sono frenetici e le botteghe artigiane sono un importante fonte di lavoro ma anche luogo di incontro e punto di riferimento per la gente comune. Giovanni e Mimma sono liberi di frequentarsi, ma soltanto in presenza dei familiari.

 

 
A breve in tutte le librerie il nuovo numero di Margini

Siamo a Terra...Esce il nuovo numero di Margini: grandi nomi siciliani del giornalismo e  della letteratura raccontano  Piccole e grandi questioni d'ambiente.

 Il nuovo numero è dedicato alle questioni ambientali: come è consuetudine e pregio della rivista grandi tematiche sociali, argomenti di attualità, geopolitica o quant’altro vengono indagati con il solo strumento della narrazione letteraria.

Come è noto, la produzione cinematografica e letteraria degli ultimi tempi ha riscoperto una grande passione per i temi dell’ecologia declinati nella direzione della catastrofe ambientale e della fine del mondo; le narrazioni contenute in questo numero di Margini cercano invece di rifuggire il solito clichè dell’apocalissi per riflettere e conversare, tra letteratura e società, in modo produttivo sulle tematiche dello sviluppo ecosostenibile.

Si legge nell’editoriale firmato da Gian Mauro Costa: “Adesso, nel dibattito ecologista dei giorni nostri, si aggira nuovamente lo spettro di un pensiero forte dell’apocalisse, del catastrofismo imminente e immanente che genera nei fatti o un neo-misticismo conservatore o un’accidia qualunquistica o un pragmatismo opportunistico che affida alle grandi industrie e alle istituzioni economiche e mondiali la possibile conciliazione di sviluppo e salvaguardia dell’ambiente. […] La nascita di un nuovo progetto di vita individuale e collettiva, di uno sviluppo armonico e non cannibalesco delle società, di un ambiente risanato, ha bisogno non solo di informazioni adeguate ma di una nuova cultura delle differenze e del rispetto. E di un nuovo linguaggio, diverso dalle parole sulfuree dell’apocalisse”.

Accanto ai nomi noti e agli scritti tematici dedicati all’ambiente, trovano spazio, come sempre, racconti di giovani autori siciliani raccolti nella sezione Laboratori e le narrazioni di bloggers di tutt’Italia nella sezione Il pescatore nella rete. Infine La sezione Bibliodiversità contiene recensioni e segnalazioni dal mondo della piccola editoria.

 

Gli autori del numero

Beatrice Agnello, Ignazio Apolloni, Marcello Benfante, Maria Luce Bondi, Antonio Castiglia, Eleonora Chiavetta, Gian Mauro Costa, Anna Cottone, Giorgio D’Amato, Mario Desti, Mario Di Caro, Tony Di Patti, Arturo Grassi, Franco Lorenzoni, Augusta Modica, Claudio Morici, Salvatore Nicosia, Fabrizio Piazza, Rosanna Pirajno, Saverio Puleo, Salvatore Ribaldo, Maria Concetta Sala, Gioacchino Sauro Agronomo, Caterina Spina, Francesca Traina, Chiara Valerio, Fabrizio Vasile, Alessandra Vassallo, Marisa Vinci. Illustratore del numero Giovanni Pagano.

Acquista on line! 

 

 

 
Festa Pizzo Free
 
La Navarra editore si oppone pubblicamente al racket delle estorsioni mafiose, per questo è firmataria del circuito Addiopizzo.
Vieni a trovarci il 16 e il 17 maggio a Piazza Magione per la terza edizione della festa Pizzofree.  Consulta il programma completo su www.addiopizzo.org/appuntamenti.asp 
 
FORUM SOCIALE ANTIMAFIA 2008
Cinisi, 8/11 Maggio 2008

TRENTENNALE DELL’OMICIDIO DI PEPPINO

9 Maggio 1978 – 9 Maggio 2008

Ci saremo anche noi a ricordare la morte di Peppino Impastato l' 8, 9,10,11 Maggio.

La nostra casa editrice ha già pubblicato infatti nella collana Fiori di Campo, in collaborazione con Casa Memoria Peppino Impastato

Amore non ne Avremo - Poesie e Immagini di Peppino Impastato

Felicia - tributo alla madre di Peppino Impastato  

Poster per Peppino Impastatato  

 

 

 
Liberazione - Una mattina mi sono svegliato e sono divenuto Toto' Cuffaro

 LIBERAZIONE DEDICA UNO SPECIALE ARTICOLO A TOTOMORFOSI

«Quando Gregor Samsa si svegliò una mattina da sogni inquieti, si trovò trasformato nel suo letto in un immenso insetto»

E' il celebre incipit di uno dei capolavori di Kafka, "Le metamorfosi" del 1916.
E' passato quasi un secolo, Renato Polizzi scrittore nato nel 1977, dalla prosa graffiante e avvolgente, utilizza in maniera solo apparentemente parodistica il racconto del grande praghese, per proporre Totomorfosi . Il protagonista - indicato come Antonio G. - tornato da Bologna con in tasca una laurea in giurisprudenza e la voglia intrisa di fatalismo, di costruirsi un futuro nella natia Sicilia, ha un sonno agitato, funestato da un sogno ripetitivo ai limiti dell'ossessione. Al risveglio, in una mattina qualunque, pronto a recarsi al lavoro - praticantato in uno degli studi legali più affermati e potenti della provincia - si ritrova trasformato tale e quale a Salvatore (Totò) Cuffaro, ex presidente dell'Assemblea regionale siciliana, quasi certamente pronto ad approdare al Senato nonostante una condanna a cinque anni per i favori prestati a personalità di comprovata appartenenza mafiosa.
Allo shock iniziale per la mutazione improvvisa, ai tentativi goffi di celare l'accaduto, lentamente subentra la capacità di adeguarsi al nuovo involucro. Anche la voce, la lingua e poi il modo di pensare si lasciano permeare da una personalità nuova, ingombrante ma sicura, patetica e potente. «Segni particolari: Guance paffute, bocca piccola e carnosa, occhi piccoli, l'espressione insignificante di tutti i siciliani di potere», appare sulla carta d'identità di Antonio, alias «Totò vasa vasa». E di contorno tutti i personaggi piccoli e grandi, medici e avvocati, notabili e familiari, che accettano prima con rassegnazione, poi con avido interesse la mutazione di Antonio. Gli amici di un tempo, quelli seppur vagamente legati ad una idea di Sicilia diversa, finiscono col doversi far da parte mentre la metamorfosi si compie inesorabilmente. Il protagonista cambia nell'abito e nell'animo, scopre il gusto del potere, la capacità di esercitare timore e seduzione, l'abbagliante condizione dell'uomo vincente.
 

 

 

 
La mamma dei carabinieri a Uno Mattina

Guarda la puntata di Uno Mattina con protagonisti Alessio Puleo e La Zia Mimma ...VENERDI'  18 APRILE  A RAI UNO LA STORIA VERA DE "LA MAMMA DEI CARABINIERI"

Continua l'attenzione dei media per "La Mamma dei Carabinieri" , dopo gli articoli su Gente, Famiglia Crsitiana e molta stampa locale e le apparizioni a Piazza Grande e a  Ricomicio da Qui, venerdì l'autore del libro e la protagonista sono stati ospiti di Uno Mattina.

Alessio Puleo durante il suo servizio come carabiniere ausiliario di  vigilanza alla famiglia Borsellino ha raccolto e deciso di raccontare la vita di Mimma: da questo incontro è nato il libro "La Mamma dei Carabinieri"...una grande storia d'amore, passione e onore che ha già conquistato tantissimi lettori.

Su La mamma dei carabinieri guarda anche il video pubblicato nella sezione Book Trailer...Alessio Puleo e la Zia Mimma ospiti a  Casa Minutella. 

Scheda libro      Anteprima  

 
<< Inizio < Prec. 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 Succ. > Fine >>

Pagina 158 di 161
* HOME - NORME PER L'INVIO DEI MANOSCRITTI - LAVORA CON NOI - DISTRIBUZIONE - NOTE LEGALI - CERCA *