ALLA SALA DEGLI STEMMI DEL TEATRO MASSIMO UN INCONTRO SU "PLACIDO RIZZOTTO" DI CARMELO BOTTA E FRANCESCA LO NIGRO | 5 NOVEMBRE
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Notizie

Lunedì 5 novembre, alle 17, in occasione dell'apertura della Anno Accademico dell'Ulite - Università Libera della Terza Età di Palermo, nella suggestiva Sala degli Stemmi del Teatro Massimo verrà presentato "Placido Rizzotto. Dai Fasci siciliani dei lavoratori alla strage dei sindacalisti" di Carmelo Botta e Francesca Lo Nigro. Con gli autori dialogheranno Placido Rizzotto, nipote omonimo del sindacalista ucciso dalla mafia, e lo storico Michelangelo Ingrassia. L'incontro sarà moderato da Claudio Paterna.

 

PLACIDO RIZZOTTO
Dai Fasci siciliani dei lavoratori alla strage dei sindacalisti
di Carmelo Botta e Francesca Lo Nigro
Prefazione di Michelangelo Ingrassia

Nel settantesimo anniversario della morte di Placido Rizzotto, trucidato dalla mafia di Corleone, ricordiamo la vicenda esaltante e tormentata di questo partigiano siciliano, sindacalista, combattente dell’antimafia, che ha offerto la sua vita alla lotta per la terra, per il lavoro e per la dignità.

In Sicilia la lotta per l’emancipazione dei lavoratori e la riforma dei rapporti di lavoro dei contadini è stata essenzialmente lotta contro la mafia. In questo saggio, attraverso la ricostruzione storica dello sviluppo del movimento contadino dai Fasci siciliani dei lavoratori, si ripercorrono le tappe salienti delle lotte dal basso contro un sistema feudale-latifondista-mafioso che per secoli in Sicilia ha voluto assoggettare e vessare un laborioso, generoso e coraggioso popolo di lavoratori.
La figura di Placido Rizzotto diventa simbolo dei sessanta dirigenti sindacali e delle centinaia di contadini “senza nome” trucidati in Sicilia dall’efferata violenza della mafia per il loro impegno politico e sociale; la storia di Placido si intreccia con la vicenda di altre due figure fondamentali della lotta contro la mafia: quella di Pio La Torre e quella di Carlo Alberto Dalla Chiesa, martiri di una Sicilia resistente, il cui lavoro viene restituito nel dettaglio, anche attraverso documenti rari, come il “Rapporto Dalla Chiesa sull’assassinio Rizzotto”, custodito oggi alla Camera del Lavoro CGIL di Corleone.

Un testo che nasce dal desiderio di preservare la memoria, per ricordare che un movimento contadino e sindacalista in Sicilia ha lottato per la libertà e la democrazia.

Gli autori: Carmelo Botta è docente di Filosofia e Storia nei licei. Ha realizzato progetti didattico-educativi di tutela dei diritti umani e della lotta per la legalità. 
Francesca Lo Nigro lavora come dirigente scolastica a Palermo. Ha pubblicato articoli e saggi d’inchiesta su riviste e periodici, nonché testi didattici di storia. 
Per Navarra Editore hanno già pubblicato "Il sogno negato della libertà. I Fasci siciliani e l'emancipazione dei lavoratori" e "La dura memoria della Shoah".

copertina rizzotto web

Navarra Editore
Collana: Officine
Categoria: Saggistica 
Anno: 2018
Pagine: 160 
Prezzo: 12,00 € 
ISBN: 978-88-98865-75-8
Formato: 14x21 
MARZO 2018
DISTRIBUZIONE: MESSAGGERIE LIBRI
GOODFELLAS PROMOZIONE EDITORIALE
PER LA SICILIA: MM DISTRIBUZIONE LIBRARIA

 

 
* HOME - NORME PER L'INVIO DEI MANOSCRITTI - LAVORA CON NOI - DISTRIBUZIONE - NOTE LEGALI - CERCA *