NAVARRA EDITORE AL FESTIVAL DELLE LETTERATURE MIGRANTI
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Notizie

flm navarra

Alla quinta edizione del Festival delle Letterature Migranti sarà presente anche Navarra Editore; mercoledì 9 ottobre, giornata di apertura della rassegna, alle 18:30 all'Arci Porco Rosso verrà dedicato un incontro a "Inchiesta a Ballarò" di Clelia Bartoli. Con la nostra autrice dialogheranno Vincenzo Ceruso, Fausto Melluso, Antonino Di Gregorio, Fiammetta Borsellino, con la testimonianza di un negoziante bengalese assistito da Addiopizzo. Giovedì 10 ottobre alle 20:30 al Cinema De Seta, invece, verrà proiettato "La Spartenza", film documentario di Salvo Cuccia tratto dal romanzo di Tommaso Bordonaro, da noi ripubblicato a cura di Santo Lombino, che dialogherà con Salvo Cuccia, Alessandro Rais, l’assessore Adham Darawsha. A seguire degustazione offerta dalla pasticceria La Delizia di Bolognetta.

Mercoledì 9 ottobre
Ore 18:30 Porco Rosso
Dialoghi
Incontro con Clelia Bartoli, Inchiesta a Ballarò (Navarra Editore)
con Vincenzo Ceruso, Fausto Melluso, Antonino Di Gregorio, Fiammetta Borsellino
con la testimonianza di un negoziante bengalese assistito da Addiopizzo

Uno studio che mette in luce lo straordinario melting pot del mercato di Ballarò e dell’Albergheria: un laboratorio sociale in divenire. L’idea di una nuova inchiesta a Palermo, a settant’anni da quella di Danilo Dolci. Un gruppo di studenti guidato dalla loro docente, Clelia Bartoli, interroga i mercatari per capire il diritto guardandolo da un’altra prospettiva, quella appunto di coloro che stanno al margine.

Giovedì 10 ottobre
Ore 20:30 Cinema De Seta
Proiezione
La Spartenza
di Salvo Cuccia
alla presenza del regista, di Alessandro Rais, Santo Lombino e l’assessore Adham Darawsha
a seguire degustazione offerta dalla pasticceria La Delizia di Bolognetta

Il documentario si ispira alla autobiografia di Tommaso Bordonaro “La Spartenza”, che vinse il premio Pieve 1990 per il miglior diario inedito. Spartenza significa separazione e partenza. Bordonaro emigrò nel 1948 negli USA e il documentario ci porta tra Bolognetta e il New Jersey. La sua storia è un frammento della storia generale delle migrazioni, toccante e unica perché raccontata in prima persona da un migrante.

 
* HOME - NORME PER L'INVIO DEI MANOSCRITTI - LAVORA CON NOI - DISTRIBUZIONE - NOTE LEGALI - CERCA *