polemos bambini

 

formazione Kids-provvisorio



Ricerca Avanzata
Area Download
Mostra Carrello
Il carrello è vuoto.
  • Il tempo i luoghi gli uomini
  • la realta come passione
  • Chiaracucina
  • Quando le volpi si sposano
  • Elegia delle donne morte
  • Io volevo parlare con te
  • Le rughe sulla frontiera
  • Abbiamo problema
  • Arrangiamenti
  • Lucjy Strike
  • Non con un lamento
  • Fellini e Manara
  • Marineide lo stradivari rubato
PDFStampaE-mail
Viaggio in SiciliaVittorio De Seta

Vite Sospese

Con la prefazione di Diego Cugia un libro vero e intenso nato da un viaggio-inchiesta condotto in prima persona dall’autore nel mondo dei rifugiati politici.AUTORE:Vincenzo Figlioli;ANNO:2009;PAG:123

( Navarra Editore )
€10.00

Chiedi un'informazione riguardo questo prodotto

VITE SOSPESE
di Vincenzo Figlioli

 

Nato da un viaggio-inchiesta nel mondo dei rifugiati politici condotto in prima persona dall'autore Vincenzo Figlioli e impreziosito da un bellissima prefazione di Diego Cugia, Vite Sospese racconta le storie di dieci giovani migranti richiedenti asilo in Italia, “ospitati” nel centro di accoglienza di Perino, nella periferia marsalese: la loro vita, i loro sogni, la situazione politica e sociale del loro paese, i motivi che li hanno spinti a fuggire e il trattamento ricevuto in Italia. In appendice una proposta di legge organica sul diritto d’asilo e la protezione sussidiaria.

 

Ci sono luoghi che sembrano fatti apposta per fare da collettori di storie. Luoghi che, a venti minuti da casa, hanno il potere di offrire una riproduzione in scala ridotta del mondo. Uno di questi è il Centro d’accoglienza di Perino, una struttura che dal 2004 a oggi ha accolto circa duecento rifugiati provenienti da ogni parte del mondo. Ognuno di loro porta con sé un bagaglio di storie (e di Storia) incredibile, pesante come un macigno. Che qui prende il nome e il volto di Sabi, Karimi, Galeb, Seref, Btemme, Olivier, Fumi, Alex, Aden, Kossi. Donne e uomini che prima di diventare stranieri nel nostro paese, lo sono stati nel loro. Vicende che aiutano a conoscere una geografia parallela a quella che solitamente i mass media ci fanno percorrere. Vite sospese che ci riguardano più di quanto possiamo credere. Perché anche nelle democrazie più solide si può andare incontro a una progressiva erosione dei diritti. E ognuno di noi potrebbe un giorno diventare “straniero” nel paese in cui vive.

 

Vincenzo Figlioli è nato a Sondrio nel 1978, ma è cresciuto a Marsala (TP) dove tuttora vive. Laureato in Scienze Politiche all’Università di Bologna, dal 2006 è iscritto all’ordine dei giornalisti pubblicisti. Ha collaborato con il quotidiano free press “Marsala C’è”, con il settimanale “QP – Il quarto potere” e con alcune emittenti radiofoniche e televisive, tra cui RMC 101 e Tele 8. Attualmente scrive per il quindicinale “L’isola” e collabora con il sito www.liberainformazione.org.
Assieme all’amico Renato Polizzi, nel 2006 ha fondato la “Communico”, un’agenzia di comunicazione e promozione culturale con cui ha partecipato all’organizzazione del 1° Festival del Giornalismo d’Inchiesta “A chiare lettere”, a Marsala.

 

Navarra Editore
Categoria: Saggistica
Collana: Officine
Anno: 2009
Pagine: 123
Autore: Vincenzo Figlioli
Prefazione: Diego Cugia
Prezzo: 10,00 euro 

Distribuzione nazionale Messaggerie Libri
Promozione nazionale: Goodfellas
Distribuzione e promozione per la Sicilia: MM Distribuzione Libraria

Gusta in anteprima la storia di Ghaleb. Leggi la splendida intervista di Diego Cugia




Forse potresti essere interessato a questo(i) prodotto(i)

€5.00


€5.00








* HOME - NORME PER L'INVIO DEI MANOSCRITTI - LAVORA CON NOI - DISTRIBUZIONE - NOTE LEGALI - CERCA *