polemos bambini

 

formazione Kids-provvisorio



Ricerca Avanzata
Area Download
Mostra Carrello
Il carrello è vuoto.
  • Il tempo i luoghi gli uomini
  • la realta come passione
  • Chiaracucina
  • Quando le volpi si sposano
  • Elegia delle donne morte
  • Io volevo parlare con te
  • Le rughe sulla frontiera
  • Abbiamo problema
  • Arrangiamenti
  • Lucjy Strike
  • Non con un lamento
  • Fellini e Manara
  • Marineide lo stradivari rubato
PDFStampaE-mail
Guida alle birre artigianali di SiciliaI principi di Diritto Civile

Ho fame di giustizia

A Palermo tempo delle Stragi del 92 un gruppo di donne non vuole rimanere in silenzio davanti alle atrocità. Ho fame di giustizia, digiuno contro la mafia, urlavano...

( Navarra Editore )
€12.00

Chiedi un'informazione riguardo questo prodotto

HO FAME DI GIUSTIZIA

La rivolta delle donne a Palermo contro la mafia

a cura di Angela Lanza

Interventi di Rita Borsellino, Daniela Dioguardi, Franca Imbergamo.

Testimonianza di Piera Aiello.

 

Nell’estate del 1992, a seguito della strage di via D’Amelio, undici donne sentono la necessità di reagire al destino di morte che invade Palermo e al dolore che unisce molti siciliani. Vengono da Palermo, sul petto hanno un adesivo giallo, c’è scritto "donne del digiuno”.

Ho fame di giustizia racconta la loro storia e il risultato di quell’esperienza attraverso le riflessioni, vent’anni dopo, di Rita Borsellino, Daniela Dioguardi e Franca Imbergamo.

 

Nel 1992 le donne del digiuno decidono di non rassegnarsi all’isolamento delle proprie case ma di dar voce, insieme, al desiderio di cambiamento che le accomuna: occupano per un mese piazza Castelnuovo, al centro della città, attuando a turno tre giorni di sciopero della fame. Angela Lanza, protagonista di quell’esperienza, attraverso i ricordi delle donne del digiuno, ci racconta quelle settimane, trascorse nella consapevolezza che riappropriarsi del proprio corpo e di uno spazio collettivo significa proporre un’alternativa sociale e politica. Ho fame di giustizia, digiuno contro la mafia, urlano le donne di piazza Castelnuovo, mentre mettono in pratica una forma di protesta e una possibilità di riscatto a una Palermo in ginocchio.

Nella seconda parte del testo, a vent’anni di distanza, Rita Borsellino, Daniela Dioguardi e Franca Imbergamo riflettono su quell’esperienza e sui ruoli e le responsabilità di oggi; si unisce alle loro voci la preziosa testimonianza di Piera Aiello.

 

Angela Lanza vive e lavora tra Palermo e Roma. Ha collaborato alle riviste Mezzocielo, Nosside e Segno. Insieme a Giuseppe Paolo Samonà e Giulio Savelli ha fondato la casa editrice omonima a Roma.

Ha pubblicato diversi saggi, tra cui: Testimonianze di una repubblica contadina (Centofiori, 1978); Storia di curdi (Editrice Dharba, 1991); Donne contro la mafia (Datanews, 1994); Il rischio e la parola (Datanews, 1996); Sono stata Orsa a Brauron. Storie di lotte contadine in Sicilia (Rubbettino, 1992).

--> Per approfondire è possibile scaricare "I sud e le mafie, le donne si raccontano" intervento di Angela Lanza al convegno tenuto a Napoli il 3 ottobre.

 

alt

Navarra Editore

Categoria: Narrativa

Anno: 2011

Pagine: 144

Prezzo: € 12,00

ISBN: 978-88-95756- 54-7

Formato: 13x21

Collana: Officine

Distribuzione nazionale Messaggerie Libri
Promozione nazionale: Goodfellas
Distribuzione e promozione per la Sicilia: MM Distribuzione Libraria

 









* HOME - NORME PER L'INVIO DEI MANOSCRITTI - LAVORA CON NOI - DISTRIBUZIONE - NOTE LEGALI - CERCA *