"A PASSI RAPIDI" TRA I BOOK.STOP PROPOSTI DA ZOE MAGAZINE
Dicono di noi - A passi rapidi


Questa non è una recensione, o almeno non in senso classico, vi racconterò quello che mi ha colpito di più in questo romanzo ma della storia che racconta dirò volutamente poco, un libro è fatto per essere letto. Un amore che ci  rincorre, la bugia di un'attrazione che per un attimo confezioniamo come se fosse amore, le canzoni che come dei segnalibri tengono traccia della storia, e in sottofondo come una compilation, di quelle che si facevano sulle cassette da 90, una Palermo notturna, che pulsa luce proprio quando il sole è appena calato oltre l'orizzonte,

le strade, i locali, i marciapiedi, lepersone, il buio, le luci artificiali, una Palermo che assomiglia a Londra, Berlino o forse una Palermo che assomiglia tremendamente a se stessa, una città che in tanti osservano ma pochi vedono e Sergio Cataldi è uno di questi. La velocità e il ritmo sono due degli ingredienti che saltano subito agli occhi sin dalle prime pagine. La velocità con cui l'autore riesce in pochi passiparole a descrivere una sensazione, un mondo accartocciato dentro ad un cassetto fatto di parole ma che una volta aperto e spianato per bene ti racconta tanto di questa e a volte anche della tua di storia. Il ritmo delle frasi, inchiodate dal punto alla fine, tempi pari come "la cassa in 4" della musica house (prendendo in prestito un gergo da dj) e tempi dispari, spezzati, rincorse di beat come la drum'n'bass che si ballava nel secolo scorso. Un racconto che vive e si nutre del ritmo delle canzoni che accompagnano il protagonista un racconto, mi piace usare il termine "racconto" proprio per sottolineare ciò che affascina sin dalle prime righe e cioè il modo di raccontare la storia di A passi rapidi. Le frasi sono separate, ognuna sta su una riga, la sua riga, a volte rimane molto spazio "bianco", a volte poco, ed è quello spazio fisico sulla pagina e temporale nel racconto, che ricostruisce la storia di questo romanzo, è quello spazio che permette alla frase di galleggiare davanti agli occhi per una frazione di secondo in più, e a chi legge di soppesarla, leggerla, gustarla e immaginare. La storia di un romanzo è solo un invito, può essere lungo, corto, articolato, ben scritto, come quegli inviti che si scrivevano una volta a mano scegliendo una bella carta e una busta dove infilarli, ma è solo un invito. La potenza e la forza delle parole per scrivere l'invito sono la cifra di un autore, sono quelle parole che ci raccontano, che ci invitano in un mondo che non conosciamo (la storia che nel libro è raccontata), che riconosciamo, che vogliamo scoprire. La scrittura di Cataldi è una scrittura figlia della generazione degli sms prima e di twitter poi che ha imparato a racchiudere e fissare i pensieri in 160 caratteri, probabilmente in molte occasioni quei 160 caratteri nascondono mostrando in maniera violenta la pochezza delle nostre vite, ma è il modo in cui si scelgono queste lettere, queste parole, questi pensieri che fa di Sergio uno scrittore e non uno dei tanti rincoglioniti che per esprimere le emozioni si accontentano di usare le parentesi tonde e i segni di interpunzione " ; ( ". Una scrittura stroboscopica, come le luci di una discoteca, lampi di buio e luce che si alternano seguendo un ritmo imprevedibile, fotografando momenti di vita che si dilatano e esplodono nella testa come bolle di sapone o boccate di fumo, un continuo movimento dall'esterno all'interno, fuori dalla testa, dentro la testa del protagonista. Le parole che cercano di seguire il ritmo imprevedibile dei pensieri, delle sensazioni, immagini come personaggi, persone come miraggi, il calore dei corpi esanimi che si scontrano nelle vie dei locali, e la vita che pulsa pulsa pulsa come una linea di basso di un pezzo dei Joy Division, da leggere a passi rapidi, tutto d'un fiato per vedere come va a finire.

 

 

Sergio Cataldi - “A passi rapidi”, Navarra editore.

di Michele Dotto

ZOE MAGAZINE NUM.27

RUBRICA book.stop - IL SEGNALIBRO a cura di Alli Traina

 

 
* HOME - NORME PER L'INVIO DEI MANOSCRITTI - LAVORA CON NOI - DISTRIBUZIONE - NOTE LEGALI - CERCA *